NOTIZIARIO DI MARZO 2018

NOTIZIARIO DI MARZO 2018

 AVVISI

 

Letteratura italiana: In occasione degli incontri dell’8 marzo e del 16 maggio con la Dott.ssa Laura Montini sul tema

“Alfabetizzazione Informatica” (le nuove Biblioteche)

Invitiamo tutti coloro che usano il Tablet a partecipare per diventare parte attiva della lezione.

 

 

Lunedì 26 MARZO ore 15,00 Proseguono gli incontri di formazione per i

volontari con Don Andrea. Tema:

in via Moretto 55

 

                             

Lunedi’ 5 marzo ore 15,30: Alberto Vaglia presenterà:

“Lady Montagu” una femminista ante Litteram

  In via della Rocca 16/A

 

Lunedi 12 marzo ore 15,30: nella nostra sede di Via della Rocca, 16/A

                            Cineforum. Proiezione del documentario

                            “Human” del regista Yann Arthus Bertrand

                          IIa parte (durata 1 ora) 

 

 

8 MARZO, FESTA DELLA DONNA

Il nostro pensiero va a tutte le donne di ogni età, alle bambine e alle giovani, nostre figlie, nostre nipoti, che affrontano oggi questo mondo complicato; alle mamme che portano avanti famiglia e lavoro con grande affanno; alle nonne, oggi più che mai sostegno insostituibile ai bisogni dei loro cari. Alle donne vittime di violenze e di soprusi, a quelle che combattono malattie terribili, alle donne abbandonate da mariti codardi, alle donne anziane cui manca ormai l’affetto di una famiglia.

A tutte dedichiamo questo scritto di William Shakespeare.

 

“Per tutte le violenze consumate su di lei,

per tutte le umiliazioni che ha subito,
per il suo corpo che avete sfruttato

per la sua intelligenza che avete calpestato,
per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,
per la libertà che le avete negato,
per la bocca che le avete tappato,
per le sue ali che avete tarpato,
per tutto questo:
in piedi, signori, davanti ad una Donna!”

 

 

QUANTO MANCA ALLA VETTA

(riflessioni sull’incontro di formazione con Don Andrea)

 

Ogni volta che ci soffermiamo a meditare su quali siano i nostri desideri più segreti, o i nostri ideali di amore, di amicizia, o le nostre relazioni interpersonali più positive, noi curiamo la nostra interiorità.

Ogni volta che riusciamo a esprimere i nostri valori forti, le nostre empatie, la nostra capacità di stupirci, di provare curiosità nel bello che vediamo negli altri, noi coltiviamo la nostra interiorità.

E ogni volta che troviamo nelle nostre case un luogo del silenzio in cui perdersi per riflettere, per meditare, per trovare un nostro equilibrio interiore, per comprendere il vero senso della vita, noi saliamo la vetta per raggiungere la nostra spiritualità.

Ma quanto manca alla vetta? Poco, ma la bellezza della meta è nel suo percorso.

E il tuo viaggio sarà più lieve se saprai regalare il tuo tempo ai viandanti che troverai sul tuo cammino, e se riuscirai a contagiare chi ti circonda con la tua gioia interiore, e se terrai aperte le porte del tuo cuore a chi busserà alla tua porta per riscaldarsi al calore del fuoco che ti arde dentro.

Ognuno di noi è chiamato a qualcosa di grande, perché ognuno di noi è unico, speciale, insostituibile. Qualunque compito ci venga assegnato nella vita, a qualunque livello sia la nostra capacità di risposta, chiunque potrà svolgere quel compito, ma nessuno mai potrà farlo come noi.

Perché, appunto, nessuno è una persona qualunque.

(Rita)

 

Sempre parlando di volontariato:

Nel prologo dell’incontro con don Andrea del 19 febbraio è stata messa in evidenza la nozione di PERSONA, nella sua complessità e unicità, quasi un nucleo inscindibile e irrepetibile che ci rende entità diverse l’una dall’altra. Da ciò scaturisce la diversità del pensiero, delle azioni, dei sentimenti e delle emozioni che ci animano e ci contraddistinguono. In una realtà associativa, come può essere la nostra, avendo ben presenti gli obiettivi cui tutti tendiamo, la diversità nell’essere si traduce in ricchezza, molteplicità di idee, di risposte e di proposte, ovviamente nell’ottica del confronto pacato e rispettoso e finisce per diventare una grande lezione di tolleranza. Approfitto di questo spazio per ringraziare Alessandra, la formatrice inviata dal CSV per un piccolo gruppo di volontarie la quale, pur nella complessità della sintesi cui era costretta dal poco tempo a lei concesso, è riuscita a prospettarci nuove modalità di fare volontariato, in una società che è molto cambiata anche nei bisogni. Offrire il proprio tempo (per quanto poco esso sia) ha un valore inestimabile, ma tale dono prezioso va ben incanalato e governato, in modo da offrire aiuto concreto a chi lo riceve e forte motivazione a chi lo dà.

   Angela

 

 

 

IL CONCERTO DI OPERE OPERETTE E CANZONI DEL PASSATO

 

In una sala gremita come non mai, venerdì 16 febbraio abbiamo assistito a qualcosa di veramente bello.

Attraverso la potente voce del tenore Gianfranco Cerreto e le splendide note del maestro Luigi Signori, Gruppo Caronte, perfino le nostre ospiti, solitamente così restie ad uscire dalle Case Famiglia, hanno voluto essere presenti per poter vivere un pomeriggio sereno.  D’altronde il repertorio di canzoni scelto sapientemente dai musicisti era perfetto per il nostro pubblico.

Canzoni del passato che hanno rievocato sentimenti e ricordi lontani. Sguardi attenti, parole delle canzoni sussurrate appena, teste che si muovevano al ritmo della musica.

Un’oretta di svago e di bella musica che difficilmente dimenticheremo.

 

 

 

LA CORSA GIUSTA

“Le medaglie sportive te le attaccano sulle maglie

 e poi splenderanno in qualche museo.

 Quelle guadagnate nel fare il bene si attaccano sull’anima

 e splenderanno altrove” (da “La Corsa giusta” di Antonio Ferrara)

 

 

 

Pomeriggio in musica alla casa famiglia di via Moretto. 55.

 La giovane Aurora ha intrattenuto gli ospiti con il suo violoncello nel pomeriggio di sabato 24 febbraio, con grande orgoglio della nonna Santina e il piacere degli ospiti della casa.

Fra altri brani ha eseguito sonate di J. B. Brèval,  B. Romberg e un brano moderno dei Coldplay.  Aurora studia violoncello da sei anni, frequenta la prima liceo V. Gambara. Fa parte dell' Orchestra Giovanile Bresciana, con la quale si è esibita recentemente al Teatro Grande, diretta dal maestro D. Pozzali. 

 

TORNA ALL'ELENCO

ASSOCIAZIONE F.BALESTRIERI - ANZIANI IN LINEA ODV

  |  Informazioni: info@associazionebalestrieri.it  |  Amministrazione: amministrazione@associazionebalestrieri.it  |  Segreteria: segreteria@associazionebalestrieri.it

c.f. 98035220171  |  © 2022 Powered by Studio Siti WebASSOCIAZIONE F.BALESTRIERI - ANZIANI IN LINEA ODV